Cogliamo una grande occasione

Si TAV ... Si METRO 2

“Il vicepresidente Matteo Salvini ha dichiarato più volte di voler risparmiare un miliardo di euro dalla costruzione del Tav, trasferendo quella cifra per realizzare la seconda linea della metropolitana torinese. Molto bene: a questo punto chiediamo con forza che queste dichiarazioni diventino atti concreti e formali. Per questo ho presentato una mozione in Consiglio comunale, affinché la Giunta si faccia parte attiva presso il governo perché non restino parole al vento”.
Roberto Rosso, capogruppo di Fratelli d’Italia a Torino, entra nel dibattito Tav con una posizione originale. Né a favore, né contro qualcuno, ma per il bene della città. “Se mi si propone di avere sia la Tav, sia la seconda linea della metropolitana, per me che faccio il consigliere comunale a Torino si tratta di una grande occasione da cogliere al volo, non un argomento di divisione politica. E dovrebbe essere lo stesso per tutti quelli che hanno a cuore il bene della nostra città”. Anche per i 5 stelle? “Dovrebbe esserlo anche per loro, ma mi sembrano annebbiati da un odio acritico e immotivato per quell’opera pubblica, come se le altre opere pubbliche che intendono far partire non siano a rischio corruzione, ritardi, inquinamento … concentrano tutto il loro fervore iconoclasta contro il Tav, non capendo che è un’opera pubblica come un’altra, con i suoi pregi (molti) e i rischi normali che i cantieri pubblici hanno in Italia”.
Ma anche per gli altri partiti non sembra che la lobby territoriale funzioni tanto bene. “No – dice Rosso – perché mi pare che molte volte, tutti presi a portare acqua al proprio mulino, a polemizzare in modo strumentale e a cercare di guadagnare voti per le prossime regionali, ci si dimentichi degli interessi del territorio”.
Mino Giachino, ex sottosegretario ai Trasporti, oggi paladino del Tav ha rimproverato Roberto Rosso di aver copiato la sua idea di utilizzare i risparmi del tunnel per la metro torinese. “Non sapevo che Giachino l’avesse già detto – risponde il capogruppo di Fratelli d’Italia – ma la cosa non mi stupisce, né mi sconvolge. Io però non ho copiato la sua idea. Anzi, non l’ho nemmeno avuta io, quell’idea. L’importante, secondo me, non è la primogenitura della pensata, ciò che conta è che Salvini – in questo momento ha più potere decisionale di me e di Giachino – continua a ripetere di voler risparmiare un miliardo dal Tav e destinarlo alla realizzazione della seconda linea della Metro torinese. Forse lui avrà mutuato l’idea da Giachino, non so, ma non mi pare troppo rilevante”.
Su un punto non bisogna però arretrare. “Se le cose stanno così, a fronte di un vicepremier che promette un miliardo per la metro torinese, non possiamo stare fermi o far finta di niente. Ora è dovere della politica torinese e piemontese cogliere la palla al balzo”.
La mozione di Rosso chiede perciò che la Giunta si faccia parte attiva con il governo perché queste parole di Salvini diventino atti formali e non restino pie intenzioni. “Voglio vedere chi avrà il coraggio di non votarla, dichiarando quindi di volere il male di Torino. Almeno in questo caso si può davvero compattare l’opposizione per il bene della città e dare un segnale forte a Roma, al di là delle legittime differenze politiche che ci distinguono tra centrodestra e centrosinistra”.

Unisciti a me!

Non chiudiamo il centro di Torino

Il Capogruppo di Fratelli d'Italia al Comune di Torino Roberto Rosso e la Consigliera di circoscrizione Maria Grazia Sartori lanciano la seguente raccolta firme:No alla desertificazione del centro, no all'accesso a pagamento in centro con Ztl più lunga.Quella di chiudere praticamente per tutta la giornata alle auto la zona centrale della città è un'altra decisione sbagliata, limitativa, una punizione non meritata per i commercianti del centro di Torino e per i residenti in città.Allungare il divieto di transito nella Ztl a tutti gli automezzi dalle 7.30 alle 19.30, quindi per tutto l'orario di apertura dei negozi, significa dare la mazzata definitiva a un settore già agonizzante.La Appendino non si è ancora accorta che Torino è l'unica città al mondo dove qualche genio ha costruito una metropolitana che accuratamente non passa nella Ztl.Si è accorta almeno delle tante serrande abbassate in centro, delle grandi difficoltà del commercio, che già sta combattendo contro la grande distribuzione e colossi come Amazon? Quanti posti di lavoro dovremo ancora perdere perché la sete di vendetta di questa Giunta si plachi e lasci la città sopravvivere? E' necessario il ritiro immediato di questa proposta insensata.Aiutiamo i commercianti anzichè condannarli ad una lunga agonia.
Firma QUI
Rimaniamo in contatto

Informazioni

NUMERO PERSONALE

Chiamami

+39 335 7639625

TI ASPETTO

Sede Elettorale

Via Alfieri, 18
Torino

SCRIVIMI

E-Mail

© 2019. All Rights Reserved.